Home > Bollettini > n. 94 | luglio-dicembre 2017 > Convegni e Fondazioni

Convegni

Il numero 1 di questo Bollettino, che è dell’anno 1970, dava ampia relazione di un nostro Convegno, forse il primo, che si tenne il 29 gennaio di quell’anno a Roma, nel prestigioso palazzo di Via Vittoria Colonna 11, su invito di un cenacolo di arte e cultura denominato “La Fiaccola”. Padre Corrado M. Berti, figura dominante nelle vicende valtortiane, vi tenne una conferenza sulla persona e sugli scritti di Maria Valtorta. Di interesse valtortiano furono le diapositive proiettate da Lorenzo Ferri, l’artista illustratore dell’Opera, e la declamazione di pagine dell’Opera da parte dell’attrice Anna Maria Palmi. I numerosi convegnisti, provenienti da varie città, facevano corona alla presenza significativa di Marta Diciotti con Emilio e Claudia Pisani.
Passando in rassegna, sempre sui numeri del Bollettino, le cronache di molti altri eventi simili, piccoli e grandi (conferenze, incontri di lettura, celebrazioni di anniversari) si arriva al nostro memorabile Convegno nel cinquantenario della morte di Maria Valtorta (a Firenze, ottobre 2011) con la presenza di un Arcivescovo che è Nunzio Apostolico.
È stato quasi naturale l’esaurirsi della stagione dei convegni per la nostra Fondazione, sempre più impegnata nel conservare e tutelare il patrimonio valtortiano, di cui è legittima depositaria, e nel promuovere e curare le pubblicazioni che il Centro Editoriale Valtortiano pubblica e diffonde. Il “testimone” dei convegni è passato, non volutamente ma quasi con naturalezza, all’altra Fondazione valtortiana, quella presieduta da Don Ernesto Zucchini, che sta dando prova di una notevole capacità organizzativa con il supporto di una disponibilità di mezzi.

 

Fondazione & Fondazione

La summenzionata Fondazione di Don Zucchini, intitolata al nome di Maria Valtorta, diffonde la conoscenza della  Scrittrice e dei suoi Scritti non soltanto con un convegno annuale. Lo fa anche, costantemente, con i moderni mezzi della comunicazione, mettendo in rilievo il fondamento scientifico dell’Opera valtortiana, che alcune nostre specifiche pubblicazioni documentano.
La nostra Fondazione, invece, il cui scopo principale è anch’esso summenzionato, è presieduta da Emilio Pisani ed è contrassegnata dal logo che riproduciamo in fondo alla pagina, il quale mostra, in aggiunta al nome di Maria Valtorta, la sigla CEV (Centro Editoriale Valtortiano) e l’acronimo onlus (organizzazione non lucrativa di utilità sociale). La Fondazione è stata costituita da Emilio e Claudia Pisani, editori e curatori storici delle opere valtortiane, e dal Centro Editoriale Valtortiano, il cui Statuto prevedeva la costituzione di una Fondazione per uno scopo ben preciso.

Bollettini